SISTEMI A SECCO

Pareti esterne

1Le pareti esterne assemblate a secco sono la migliore soluzione per ottenere le più elevate caratteristiche di isolamento termo-acustico con spessori e pesi molto ridotti: spessore complessivo di circa 35cm, trasmittanza termica lineare U=0,13 W/mqK, sfasamento 9h40’ e trasmittanza termica periodica Yi.e=0,03 W/mqK. Quest’ultimo valore, oggi riconosciuto in tutta Europa, consente di valutare tutte le proprietà dinamiche delle pareti esterne sia in regime invernale che estivo, prescindendo quindi dalla massa inerziale delle stesse. Tale valore dovrebbe risultare inferiore a 0,12 ed anche in questo ambito raggiungiamo valori di eccellenza tali quindi da garantire i migliori comportamenti delle strutture in tutte le stagioni dell’anno e con qualunque condizione ambientale, risultato delle stratigrafie consolidate nel corso degli anni e dell’abbondanza di materiale coibente che consente di isolare quasi completamente l’ambiente interno dall’esterno.

La parete prevede, all’esterno della struttura portante al fine di eliminare completamente i ponti termici, la posa e l’accostamento di pannelli termoisolanti dello spessore di circa 130mm sostenuti da una struttura metallica zincata portante formata da montanti posti ad interasse 400/600mm ed inseriti dentro guide superiori ed inferiori.

Sull’esterno della parete sarà applicata, in corrispondenza di tutti i giunti, una rasatura con interposta rete in fibra di vetro e, a chiusura del ciclo, sarà effettuata su tutta la superficie una rasatura armata al fine di ottenere un supporto complanare per il successivo rivestimento colorato. E’ altresì possibile realizzare ogni altra tipologia di finitura tipo rivestimento con mattoni faccia a vista, in gres o materiali metallici.

Al fine di creare una facciata ventilata, sull’esterno della parete potrà, in opzione, essere applicata una sottostruttura in acciaio o legno dello spessore di 3cm circa alla quale agganciare un’ulteriore lastra ad elevata densità per uso esterno (che verrà rifinita come sopra descritto) oppure ogni altra tipologia di lastra per facciate architettoniche.

All’interno la parete prevede la posa di una struttura metallica composta da montanti in acciaio zincato spessore 0,6 mm, sezione 50-75-50mm posti ad interasse 600mm ed inseriti dentro guide superiori ed inferiori di sezione 40-75-40mm. Tutte le guide delle due orditure vengono isolate dalle strutture perimetrali tramite una guaina in polietilene impermeabile dello spessore di 2 mm con funzione di taglio acustico per lo smorzamento delle vibrazioni per conduzione. Tutti i montanti interni sono dotati di fori Ø32 per il passaggio degli impianti. Il rivestimento sul lato interno sarà realizzato con una lastre ad alta densità dello spessore di 25mm stuccati con apposito collante in corrispondenza dei giunti e rifiniti su tutta la superficie con apposito rasante di finitura. Tale stratigrafia dona alla parete resistenza al fuoco, prestazioni acustiche (51dB minimo), isolamento termico e resistenza all’urto ed ai carichi sospesi (per una vite applicata sulla superficie interna resistenza di 60kg a taglio).

Nell’intercapedine dell’orditura interna verrà inserito un materassino di materiale isolante dello spessore di 60mm. Tra la struttura esterna e quella interna a parziale riempimento dello spazio occupato dalle strutture portanti sarà inserito un ulteriore materassino di materiale isolante.

I materassini isolanti avranno densità diverse al fine di ottimizzare l’isolamento termoacustico.

La tipologia e la qualità dei materiali impiegati rendono le nostre pareti inattaccabili da agenti atmosferici, insetti e parassiti.

2Pareti interne

Le pareti interne a secco sono sviluppate per ottenere le più elevate caratteristiche di isolamento acustico e di comportamento al fuoco con spessori e pesi molto ridotti.

Le pareti interne relative ad una stessa unità immobiliare sono realizzate tramite un’orditura singola in profili in acciaio zincato di larghezza 75mm rivestita da entrambi i lati con lastre ad alta densità dello spessore di 25mm, stuccate con apposito collante in corrispondenza dei giunti e rifiniti su tutta la superficie con apposito rasante di finitura. Tale rivestimento dona alla parete resistenza al fuoco, isolamento acustico (41 dB minimo), isolamento termico, e resistenza all’urto ed ai carichi sospesi (per una vite resistenza di 60kg a taglio). Per esigenze particolari possono essere utilizzate orditure con larghezza maggiore, doppie lastre e l’inserimento di materiale isolante nell’orditura metallica.

Nel caso di pareti divisorie relative a due unità abitative differenti o a due camere d’albergo si sceglieranno soluzioni a doppia orditura metallica in modo da raggiungere prestazioni acustiche di prim’ordine.
La parete viene normalmente tinteggiata ma è possibile realizzare ogni altra tipologia di finitura dal rivestimento con piastrelle o legno, all’applicazione di carte, pvc o altro.

Solai

Il solaio di copertura a secco Ecade è formato da una travatura secondaria in acciaio fissata alle travi principali della struttura portante con passo costante al fine di fungere da supporto sia per il pacchetto isolante e di chiusura all’estradosso che delle lastre di finitura all’intradosso; la struttura portante viene così completata:

  • 3Inserimento tra le travi secondarie in acciaio dell’impiantistica e di uno strato di materiale isolante.

  • Posa all’estradosso di due ordini di tavolati, degli strati di materiale isolante di densità e spessore adeguati all’ottenimento di un ottimale isolamento termoacustico, dell’eventuale canale di ventilazione e del rivestimento esterno di finitura (guaina, coppi, lamiere aggraffate, ecc.).

  • Placcaggio dell’intradosso, senza necessità di un’ulteriore struttura secondaria di supporto, con una lastra in cartongesso dello spessore di 12,5mm, stuccata sulle giunture e rasata.

Con lo stesso concetto può essere anche realizzato il solaio di piano; in questo caso il completamento della struttura portante in acciaio sarà così realizzato:

  • Inserimento tra le travi secondarie in acciaio dell’impiantistica e di uno strato di materiale isolante.

  • Posa all’estradosso di due lastre speciali in calcio-silicato ad alta densità (1.200kg/mc) con interposto un materassino fonoisolante risvoltato sulle pareti.

  • Posa sopra alle precedenti lastre di uno strato isolante in fibra di legno.

  • 4Posa, sopra la fibra di legno, di un’ulteriore lastra speciale in calcio-silicato ad alta densità di spessore maggiorato per permettere la realizzazione delle fresature dove successivamente inserire le tubazioni multistrato dell’impianto radiante.

  • Placcaggio dell’intradosso, senza necessità di un’ulteriore struttura secondaria di supporto, con una lastra in cartongesso dello spessore di 12,5mm, stuccata sulle giunture e rasata.

 

L’inerzia termica di funzionamento dell’impianto di riscaldamento e raffrescamento viene ridotta in quanto il rivestimento di finitura sarà applicato a contatto con i tubi multistrato.

Tutti i fissaggi dei materiali avvengono a secco medianti viti.